DET Storage

Il Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni ha allestito uno storage composta da un Synology RS18016xs+ e due espansioni RX1216sas contenenti:

  • 1 disco SDD da 1TB (+1 disco di scorta)
  • 11 dischi HDD da 5,5 TB (+1 disco di scorta)
  • 24 dischi HDD da 10,9 TB (+2 dischi di scorta)

Il sistema è stato configurato con 3 diversi “storage pool” di tipo RAID5 (ogni pool permette il guasto di un disco senza perdita di dati) e 2 dischi da 10.9 TB in “hot spare” (in caso di guasto di un disco viene automaticamente sostituito risincronizzando il contenuto).

Infine per migliorare le prestazioni è presente un disco SSD con funzionalità di cache (il “read hit rate” medio è del 50%).

Vantaggi:

  • Il sistema garantisce una ottima affidabilità da guasti degli HD
  • I dati sono accessibili da diversi dispositivi (PC, dispositivi mobili, …)
  • Si possono utilizzare diverse protocolli e diversi SW a seconda delle preferenze
  • È possibile accedere ai dati oppure mantenere una copia sul proprio dispositivo ed effettuare una sincronizzazione automatica
  • È possibile autorizzare persone esterne ad effettuare il download o l’upload di file o direcotry
  • Su richiesta è possibile abilitare il “cestino” e/o gli “snapshot” per ogni area dati (non rappresentano un backup dei dati)

Svantaggi:

  • Data la grande quantità di dati totali (250 TB) attualmente non viene eseguito il backup centralmente

Tipologia delle aree

Gli storage pool sono divisi in volumi che possono essere assegnati ad una singola area oppure condivisi tra più aree. Le aree possono essere dei seguenti tipi:

  • Aree personali: assegnate dall'amministratore in modo esclusivo ad un qualsiasi membro del dipartimento. Le impostazioni sono predefinite e non sono modificabili dall’utente.
  • Aree condivise: aree dati gestite in modo esclusivo dall'amministratore su cui possono accedere più persone con quote assegnate. Normalmente utilizzate per dati dipartimentali o temporanei.
  • Aree per gruppi: aree dati in cui possono accedere una o più persone e la configurazione degli accessi è delegata ad un responsabile. Per ulteriori informazioni si veda DET Storage - Aree per gruppi.

 Autenticazione

L’autenticazione avviene usando le credenziali istituzionali basata su Active Directory e comunemente usate per l’accesso ai sistemi dell’ateneo. Lo username va espresso sempre nella forma polito\d123456 o polito\s123456, mentre la password da inserire è quella comunemente usata sui portali della didattica.polito.it, o swas.polito.it, o intradet.polito.it.

Modalità di accesso

Nella tabella seguente sono illustrati i protocolli/client che possono essere utilizzati per collegarsi allo storage.

L'accesso via web è da considerare quello privilegiato e garantito. In caso di problemi si consiglia sempre di verificare preventivamente utilizzando l'accesso 'Web (file Station)'.

Protocolli/client Porte TCP utilizzate Note
Web (file station) 80, 443, 25000, 25001 E' necessario utilizzare un browser (IE, Firefox, Chrome, ....)
SMB (Win e Mac) 139, 445 L’accesso da Wifi di ateneo (POLITO  o EDUROAM) o dall’esterno dell’ateneo necessita dell'uso della VPN.
WebDAV 5006 E' necessario utilizzare un client webDAV.
Drive 80, 443, 6690 Permette di mantenere una copia locale al dispositivo dei file /directory selezionati.
DS file (solo per Android, iOS e Windows Phone) 5006 Permette l'accesso ai file/directory senza mantenere una copia.

Condivisioni con persone esterne

Per lo scambio di file/directory con persone esterne all’ateneo è possibile permettere: